ARET - Verbale di Segreteria

Data

15 febbraio 2016 (20.00 - 21.30)

Organi statutari presenti

Segretario  (Lorenzo Lipparini,LL)

Giunta di segreteria e tesoreria; presenti:

Stefano Cavalli, Francesco Spadaro, Claudia Girombelli, Fabio Massimo Nicosia, Sergio De Muro, Marco Loiodice, Andrea Andreoli

Altri presenti

Maurizio Lipparini, Lorenzo Ceva Valla, Mario Giovenzana, Guido Rizzi, Luca ?

Presiede

LL

Verbalizza

CGL

Assenti giustificati: Barbara Bonvicini e Nicolò Calabro (in Regione per Legge Cannabis Terapeutica)

1 – Lorenzo Lipparini introduce il primo argomento all’ordine del giorno e cioè le prossime Comunali. 

Contemporaneamente alla riunione è in svolgimento a palazzo Marino un ulteriore incontro per la 

creazione di una eventuale Lista Civica x le elezioni. Là c’è sicuramente Claudio Marinoni (che infatti 

manda qualche sms: sala pienissima, ma contenuti a suo avviso distanti dal mondo radicale): sono soprattutto persone della sinistra che non si riconosce nel PD che cercano di trovare un accordo tra loro e con altre realtà. Secondo LL la figura del candidato sindaco è importante per capire che strada prenderà questo gruppo, ma al momento non è ipotizzabile che possa essere un Radicale come Cappato, ragion per cui sarà difficile potersi riconoscere in quel progetto.

Oltretutto molte persone opteranno ancora una volta per il cosiddetto “voto utile” e quindi non sarà facile per una lista civica a sé stante ottenere un numero discreto di voti.

2 – DIBATTITO:

Francesco Spadaro propone di puntare sui referendum, proponendoli ai vari candidati (o liste) e inserire 2 o 3 dei nostri in una lista.

LL informa che mercoledì 17 i garanti del comune dovrebbero dare il loro parere sui 4 quesiti e, se li accettano, il lancio è importantissimo (si gioca tutto nei primi 20 giorni) per proporli alle varie forze politiche. In più ci comunica che RI nazionale partirà con una raccolta firme su una legge di iniziativa popolare su Legalizzazione Cannabis (Massari-Corleone) che saremo chiamati anche noi a raccogliere.

Marco Loiodice teme che si verifichi un “ingorgo” ai tavoli per la raccolta firme, visto che fino a fine marzo si dovrà comunque procedere anche per la Legge Regionale sulle DAT.

LL dice che è in effetti un rischio, che dovremo cercare di fare in modo che il resto della Lombardia sia più presente per le DAT (argomento della serata, ne riparleremo più tardi e più approfonditamente) in modo da lasciare ai milanesi il modo di concentrarsi sulla buona partenza per la campagna referendaria.

Stefano Cavalli chiede se non sia il caso di proporre ai vari partiti di inserire i temi referendari nei loro programmi elettorali.

Su questo, breve discussione a più voci.

3- LL passa a parlare del tesseramento dell’Associazione (attualmente 52 iscritti. Lorenzo Ceva si iscrive al momento!): cosa fare per raggiungere e recuperare un po’ di persone; già pronta una lettera da inviare agli ex iscritti.

Si parla con Andrea Andreoli della mailing list, dell’indirizzario e di come farne uno nuovo con una migliore profilazione delle singole persone.

CGL solleva il problema della “cordata x l’affitto” per cercare di ricostituirla: pensa di fare con Barbara Bonvicini una tabella, con lo storico dei nominativi che hanno contribuito e contribuiscono alla cordata, in modo da mandare loro una lettera diversa.

4- LL introduce a questo punto l’argomento comunicazione. Gli strumenti sono 3: Sito, Pagina Facebook e Newsletter. I primi 2 sono poco usati e poco apprezzati; la terza, forse, va ripensata.

Fabio Massimo Nicosia propone di potenziare la pagina Facebook dell’Associazione (LL dice anche attraverso una sponsorizzazione) come strumento di iniziativa politica e invita tutti ad essere più presenti con i propri interventi nei blog e nei forum su FB che servono come veicolo di informazione e approfondimento, nonché per far conoscere le iniziative e le tematiche dell’Associazione.

Per quanto concerne il sito, che viene giudicato poco invitante e un po’ macchinoso, bisogna cercare di “riempirlo” di contenuti politici.

LL e altri dicono che non può essere il lavoro di una sola persona, ma che deve essere un lavoro di equipe (a Roma e Torino ci lavorano in 2-4). Bisogna che tutti i membri di segreteria si sentano responsabilizzati in tal senso e non solo partecipino alle riunioni ma collaborino attivamente almeno a queste attività.

Per quanto riguarda la Newsletter, dopo un veloce giro di opinioni, si cercherà di mandarla regolarmente il giovedì, per segnalare i programmi del fine settimana e del lunedì.

FrSp propone un richiamo il lunedì via sms, ma molti sostengono che non sia il caso: in ogni caso cercheremo di incrementare la raccolta di numeri telefonici e indirizzi mail.

L’argomento “Comunicazione” sarà ripreso ed approfondito in un prossimo incontro perché è di vitale importanza per l’Associazione.

5- Quasi senza soluzione di continuità si passa alla serata vera e propria, tenuta da Sergio De Muro (che ci ragguaglia in modo esauriente sullo stato della campagna e sulle varie forze e iniziative che sono in ballo) della quale si accenna per quanto riguarda i tavoli raccolta firme (oggetto all’odg della segreteria): sono stati richiesti a Milano per tutti i fine settimana da qui a fine marzo, in Buenos Aires (Feltrinelli) e Darsena. Alcuni presenti hanno dato la disponibilità per il prossimo w-e, bisogna organizzare e comunicare i tavoli.

Guido Rizzi evidenzia che si tratta di raccogliere circa 400-500 firme ogni fine settimana e che la cosa non gli sembra proprio semplice.

FrSp sottolinea le nostre poche forze e le difficoltà per autenticatori e permessi.

FMN propone ancora una disobbedienza civile sui permessi, e LL dice che la faremo.

6- Si concorda che Lunedì 22 NON ci sarà né segreteria (a meno di questioni importantissime e urgenti) né serata in sede, visto che martedì è prevista la proiezione del film su Enzo Tortora e giovedì 25 febbraio la serata sul travestitismo (eventuale segreteria, prima di tale serata).

 

ARET - Verbale di Segreteria

 

Data

1 febbraio 2016 (20.00 - 21.00)

Organi statutari presenti

Tesoriere (Barbara Bonvicini, BB)

Giunta di segreteria e tesoreria; presenti:

Stefano Cavalli, Francesco Spadaro, Claudia Girombelli, Nicolò Calabro, Fabio Massimo Nicosia, Marcello Pitta, Sergio De Muro, Lucio Lanzarotta, Claudio Barazzetta

Altri presenti

Maurizio Lipparini

Presiede

BB

Verbalizza

CGL

 

1 – Introduce Barbara Bonvicini, facendo un breve resoconto dei prossimi appuntamenti: riunione del 4 febbraio in sala Alessi per la Lista Civica e Comitato Nazionale Radicali Italiani; dopo un breve scambio di idee fra alcuni presenti si decide di approfondire l’argomento dalle 21 in poi.

 

BB prosegue facendo un racconto  della fase finale della campagna di raccolta firme per la Legge Regionale sulla Cannabis Terapeutica, annunciando che c’è stato un sostanziale pareggio di bilancio (spese maggiori:autenticatori).

 

Fa alcune proposte per i prossimi mesi, in modo da tenere vivo l’interesse: petizione da firmare on line, continuare la raccolta firme ai tavoli e non solo (non autenticate, possibilmente con indirizzo mail) tam-tam sui social ecc. Il tutto accompagnato da incontri con i consiglieri regionali in vista della discussione e del voto sulla proposta.

 

Passa poi a parlare della raccolta firme sulla Legge Regionale per le DAT; in sede abbiamo circa 3.000 firme, che certificheremo comunque (anche se in Regione non sembrano richiederlo).

 

Pensa di chiedere all’Associazione Luca Concioni di avvisare i loro contatti in Lombardia per sollecitarli alla raccolta firme.

 

Pensa anche ad un’eventuale “serata” in Sala Alessi: cominciare a cercare i testimonial (c’è chi propone Lella Costa) per la prima metà di marzo.

 

2 – DIBATTITO:

 

Sergio De Muro fa presente la difficoltà di raccogliere firme nei comuni dove è già stato approvato un regolamento sul Testamento Biologico: pensa che bisognerebbe fare una mail diretta a Sindaco e Consiglieri comunali x spiegare e sensibilizzare chiarendo le ragioni x una legge regionale che si rivolge direttamente all’autorità sanitaria, mentre quella comunale è soprattutto di informazione e supporto ai cittadini. Ricorda anche che se l’autorità sanitaria si rifiutasse, sarebbe comunque tenuta ad attivare la procedura dell’amministratore di sostegno.

 

Stefano Cavalli conferma che la maggior parte dei consiglieri, ma anche dei cittadini, sono disinformati sulla diversità tra legge comunale e la nostra proposta regionale e  probabilmente sarebbe il caso di approfondire anche noi.

 

BB propone di fare una “carovana” con medico (Vidmer?) e notaio (?) x tavoli con ricette e testamento biologico, magari in quelle realtà che non si sono “risvegliate” durante la campagna cannabis, tipo Lecco e Como o altre, come si sono fatti i “corsi di coltivazione”.

 

(scambio di idee in merito fra alcuni presenti).

 

BB e SdM si impegnano ad aggiornare la mappa dei Comuni con moduli sul sito. Si apre un breve dibattito se abbia senso distribuire i moduli nei comuni, visto i numeri (bassi) e la difficoltà di raccolta finale (alta): si decide di privilegiare la fascia dell’hinterland milanese e di cercare occasioni per fare tavoli, più redditizi in fatto di numero firme.

 

Si decide inoltre che SdM manderà anche agli altri componenti del Comitato un verbale di quanto detto stasera in merito alla raccolta firme, per sentire anche il loro parere ed eventuali altre proposte.

 

Nel frattempo sono arrivati Marco Cappato, Mario Giovenzana e Luca (?-nuovo) nonché la pizza: la discussione termina ed inizia la serata di discussione sull’incontro per la Lista Civica in Sala Alessi giovedì 4/2 e sul Comitato di RI il 5-6-7/2 a Roma.

 

ARET - Verbale di Segreteria

Data

18 gennaio 2016 (20.00 - 22.30)

Organi statutari presenti

Segretario (Lorenzo Lipparini, LL) – Tesoriere (Barbara Bonvicini, BB)

Giunta di segreteria e tesoreria e altri partecipanti:

Andrea Andreoli, Samantha Abbiati, Nicolò Calabro, Marco Cappato, Stefano Cavalli, Claudia Girombelli, Maurizio Lipparini, Marco Loiodice, Fabio Massimo Nicosia, Francesco Spadaro. Altri compagni accorsi a segreteria iniziata per le fasi successive della serata.

Presiede

LL

Verbalizza

Marco Loiodice

All’ordine del giorno

- Raccolta firme Legge regionale Cannabis a scopo terapeutico: aggiornamenti;

- Raccolta firme Legge regionale Testamento biologico: agggiornamenti;

- Referendum Milano;

- Notizie dal Comune di Milano;

- Grafica tessera associazione;

- Calendario serate;

- Cambio numero di  telefono sede.

In fondo il riassunto delle principali azioni concordate.

Cannabis a scopo terapeutico

BB relaziona l’avanzamento dei lavori raccolta firme:

ü  il corso di coltivazione è andato complessivamente bene: grosso modo stessa (copiosa) partecipazione dell’evento precedente; c’è stato solo un problema legato al fatto che non c’è stato un comunicato stampa e l’articolo di Repubblica ha fatto passare l’evento come promosso dai Giovani Democratici e come evento sostanzialmente illegale, da cui il rischio di una strumentalizzazione; non ci sono state comunque conseguenze significative a meno delle critiche da gruppi di destra e centro-destra e la manifestazione di Forza Nuova;

ü  si pone la questione: organizzare o non organizzare la nuova edizione del corso il 23 gennaio? Se la si organizza come impostare l’organizzazione? Comunque la decisione e NON organizzarne un’altra a Milano ma eventualmente altrove più avanti vista anche la serie di eventi e impegni sul tema nelle prossime due settimane;

ü  Prossime iniziative per raccolta firme:

  1. oIniziativa GD davanti alle Univesità;
  2. oInvito Majorino all’evento del 20 gennaio al Dal Verme – Azioni: BB sente Marossi per richiedere un tavolo dentro al teatro;
  3. oManifestazione del 23 gennaio in Piazza della Scala sulle unioni civili alla quale è presente anche Certi Diritti – Francesco Poirè ci dirà in che modalità partecipare;

ü  Controllo e Digitalizzazione: per la digitalizzazione (Azioni) BB comunica che la sede sarà aperta durante il fine settimana e i compagni sono invitati a supportare le impegnative attività di validazione e digitalizzazione;

ü  Certificati: sembra confermato che non esiste nessun obbligo di consegnare le firme corredate di  certificati, comunque per prevenire qualsiasi problema, l’idea è di continuare a chiederli e di consegnare qualche giorno prima della scadenza ultima che è fissata a venerdì 29 gennaio;

ü  Consegna firme: deve avvenire non oltre il 29 gennaio, quindi per prevenire eventuali obiezioni burocratiche dell’ultim’ora, si proverà a consegnare mercoledì 27 gennaio, ciò che sarà possibile soprattutto se ci si potrà avvalere di un buon supporto da parte dei compagni per le ultime operazioni di validazione e digitalizzazione;

ü  Consegna e conferenza stampa: Azioni. Il collaboratore Nicolò Calabro prende appuntamento con la Regione e organizza sede conferenza stampa dentro; possibili presenti: Perduca, Scaioli, da sondare possibili testimonianze malati;

ü  Numeri attuali: in sede sono presenti 4.300 firme, il conteggio delle firme presenti nei Comuni dice circa 200 firme in totale per i 25 Comuni contattati + quelle delle altre associazioni lombarde impegnate + quelle di Possibile + quelle da raccogliere nei prossimi eventi, implica che dovremmo esserci.

Testamento Bilogico

Numeri da aggiornare. All’ultimo conteggio eravamo a 2.500 firme raccolte. La scadenza per la consegna è fissata al 6 aprile.

Referendum Milano

Marco Cappato relaziona:

ü  Oggi (lunedì 18 gennaio) c’è stata l’ultima riunione della direzione generale da cui i testi dei 4 referendum sono usciti con poche modifiche e esito di fattibilità presumibilmente positivo;

ü  Domani mattina (martedì 19 gennaio) si presenta la nuova stesura;

ü  Metà febbraio / inizio Marzo potrebbe partire la raccolta firme con l’obiettivo di chiudere prima del voto amministrativo: la strategia è di raccogliere blindando anche il quando decidere, e cioè a ottobre in concomitanza con i referendum nazionali di Renzi sulla Costituzione; chiudendo la raccolta firme prima del voto amministrativo però, la raccolta firme potrebbe avere la doppia funzione di pilotare decisioni politiche su come presentarsi alle elezioni comunali e restare attivi e forti politicamente a prescindere dal momento politiche.

Si dibatte (Francesco Spadaro, Marco Cappato, Lorenzo Lipparini) sulle difficoltà operative legate al referendum, alle sue scadenze e alle risorse a disposizione, sull’opportunità di presentare alle amministrativa una lista civica in alleanza con altre forze politiche o di presentare una lista radicale.

Nicoisa pone problema nel merito del referendum: all’interno delle privatizzazioni/vendita beni comunali che finanzierebbero le opere, lo stadio gli pare svenduto in considerazione del valore reale derivante dai diritti degli eventi sportivi e dagli sponsor vs. il valore a catasto indicato nei testi del referendum. Cappato risponde che quella sul valore degli stadi sarebbe una battaglia a sé e indicare un valore non riconosciuto (da catasto o dal mercato, come anche per SEA e A2A) rischierebbe di invalidare l’approvazione di fattibilità del referendum. Inoltre è troppo tardi per rimettere in discussione un punto così rilevante.

Dal Comune di Milano

Marco Cappato informa che domani (19 gennaio) pomeriggio si terrà l’ultima riunione sui Referendum e sul regolamento. Ci terrà aggiornati sugli esiti.

Grafica tessera associazione

Si ringrazia Lucio Lanzarotta per il contributo. Si decide per un misto tra le due soluzioni proposte: la copertina “sbarazzina” con il retro “austero”.

Calendario serate

ü  25 gennaio – si proporrà una serata su spesa pubblica e debito con la partecipazione di Piccione, Marcello Pitta, Fabio Massimo Nicosia;

ü  4 febbraio – possibile assemblea straordinaria per elezione rappresentante dell’ARET al Comitato di Radicali Italiani;

ü  8 febbraio – serata su patto transatlantico – grande partecipazione, quindi da valutare altra sede – Marco Cappato propone Urban Center;

ü  25 febbraio – serata Cross Dressing – in attesa parere di Yuri Guaiana sui contenuti politici.

Da tenere conto che il 23/24 gennaio è convocato a Napoli il seminario di Radicali Italiani "Per gli Stati generali delle città e del federalismo".

Cambio numero di  telefono sede: nuovo numero: 0249537177 – bisogna cambiarlo sul sito.

Riassunto principali prossimi passi / azioni:

ü  Cannabis: BB sente Marossi per richiedere un tavolo dentro al teatro per evento 20 gennaio del PD;

ü  Cannabis: BB comunica che la sede sarà aperta durante il fine settimana del 23/24 gennaio i compagni sono invitati a supportare le impegnative attività di controllo e digitalizzazione;

ü  Cannabis: NC (collaboratore) sente la regione per organizzare la consegna firme e conferenza stampa  - sentire anche Scaioli / Perduca per partecipazione (LL?);

ü  Manifestazione Unioni Civili 23 gennaio: Francesco Poirè ci fa sapere come partecipare (raccolta firme, bandiere);

ü  Organizzazione serate: LL (?) sente i possibili relatori;

ü  Consegna firme: si punta al 27 gennaio;

ü  Altre: cambiare numero telefono sul sito.

ARET - Verbale di Segreteria

Data

11 gennaio 2016 (20.00 - 21.30)

Organi statutari presenti

Segretario (Lorenzo Lipparini, LL) – Tesoriere (Barbara Bonvicini, BB)

Giunta di segreteria e tesoreria; presenti:

Stefano Cavalli, Francesco Spadaro, Claudia Girombelli, Nicolò Calabro, Andrea Andreoli, Marcello Pitta, Sergio , Lucio Lanzarotta, Marcello Pitta.

Altri presenti

Maurizio Lipparini, Marco Cappato, Antonio D’Eramo, Sergio De Muro

Presiede

LL

Verbalizza

Nicolò Calabro

1 – Introduce Lorenzo Lipparini,  e la discussione si avvia con una discussione sullo stato delle campagne in corso su Cannabis Terapeutica e Testamento Biologico. Si parla dell’incontro del 16 sulla Coltivazione e si propone di chiedere la firma dei candidati sindaci di Milano.

La discussione prosegue con il tema delle certificazioni delle firme. La regione non le ritiene necessarie, ma si discute sull’opportunità o meno di raccoglierli comunque.

Terminato il punto concernente le campagne regionali il dibattito si sposta sul seminario “Per gli Stati Generali della Città e del Federalismo” che si terrà a Napoli il 23 e il 24 Gennaio. Cappato presenta l’iniziativa e sottolinea l’importanza del tema della democrazia partecipativa municipale in relazione ad una più ampia questione democratica. Ciò è altresì importante in vista delle elezioni comunali di Milano di quest’anno. Lipparini interviene parlando nello specifico della possibilità della lista civica e delle difficoltà che si riscontrano nel formarla. Le basi oltre di metodo devono riguardare un minimo di base contenutistiche. Segue dibattito interno sul tema.

Arrivata la pizza la discussione termina perché tutti hanno fame.

ARET - Verbale di Segreteria

Data

14 dicembre 2015 (20.00 - 21.30)

Organi statutari presenti

Segretario (Lorenzo Lipparini, LL) – Tesoriere (Barbara Bonvicini, BB)

Giunta di segreteria e tesoreria; presenti:

Stefano Cavalli, Francesco Spadaro, Claudia Girombelli, Nicolò Calabro, Fabio Massimo Nicosia, Andrea Andreoli, Marcello Pitta, Sergio De Muro, Marco Loiodice, Samantha Abbiati (on line)

Altri presenti

Maurizio Lipparini, Carlo Daniel Cargnel, Maria Teresa Dal Monte, Federica Fiasconi, Blanca Briceno (on line)

Presiede

LL

Verbalizza

CGL

1 – Introduce Lorenzo Lipparini, facendo un breve resoconto dell’assemblea di sabato 12/12  sulla possibilità di una lista civica alle prossime elezioni comunali di primavera.

Soddisfazione perché piuttosto partecipata ma qualche dubbio sul possibile risultato finale. I più interessati sembrano essere Radicali e Socialisti (riedizione della RnP?) mentre Gatti e Mori sono su posizioni più a sinistra, e Croci e Puglia invece sono più in area liberale: non sarà facile conciliare queste diverse appartenenze e confluire tutti in una sola lista. Importante stabilire le regole per la partecipazione.

2 – DIBATTITO:

Francesco Spadaro chiarisce il suo intervento all’Assemblea: ha proposto che la leadership della eventuale lista sia dei Radicali, perché deve essere chiaro fin dall’inizio che siamo gli unici che possiamo tenere unite le varie correnti.

Scambio di idee con Fabio Massimo Nicosia sul senso del “leader”.

Marcello Pitta dice che gli è parso di capire che per tutti è scontato che la lista civica si debba fare, anche come testimonianza di una presenza. Bisogna lavorare in termini di programma, sulla falsariga dei quesiti referendari che sono temi importanti non solo per la città.

(scambio di idee fra un po’ di persone sul fatto che ci sono quesiti apprezzati da alcuni e non da altri e che il discrimine passa per la visione di ”Economia” che è sottesa.)

Fabio Massimo Nicosia sottolinea l’importanza dei referendum proprio perché sono diversi tra loro, 2 “gambe” che possono mettere d’accordo le 2 anime dei presenti all’assemblea.

Maria Teresa Dal Monte dice di essere stata ad alcuni incontri di Possibile e della Lista di Passera (viene fatto presente che all’assemblea del 12 era presente il coordinatore della sua campagna) e che con entrambi ci sono punti in comune su cui si potrebbe/dovrebbe lavorare.

Pitta e Spadaro dicono che Passera non è credibile.

(scambio di idee in merito fra alcuni presenti).

LL dice che con Possibile stiamo raccogliendo le firme delle proposte di legge regionale e che il dialogo c’è, anche se non è convinto della possibile comune collocazione.

3 – LL racconta brevemente dell’Assemblea dell’associazione Adelaide Aglietta di Torino, alla quale ha partecipato con Gianni Rubagotti il giorno prima.

4 – Barbara Bonvicini ci ragguaglia sui tavoli fatti nel fine settimana, che solo a Milano hanno fruttato più di 350 firme. Inoltre ci fa una rapida panoramica dei tavoli per il prossimo fine settimana e delle iniziative previste con particolare riferimento al congresso di Nessuno Tocchi Caino nel carcere di Opera e al Corso di Autocoltivazione Cannabis, durante i quali, ovviamente si raccoglieranno le firme.

5 – Sergio De Muro ci mette a conoscenza della proposta di Rubagotti di organizzare delle “trasferte” a Pavia e/o Cremona per fare tavoli anche in queste città che latitano un po’ e anche di quella di Giovanni Sansi (Sondrio) di un camper da far girare in varie cittadine ancora non attive nella raccolta firme. Inoltre a Como, con l’Uaar si sta organizzando un tavolo.

6 – Fabio Massimo Nicosia propone una disobbedienza civile sull’occupazione di suolo pubblico per i tavoli di raccolta firme. Ci comunica inoltre, che andrà al congresso di NTC insieme a Diego Mazzola per parlare della proposta di abolizione della pena carceraria.

7 – LL ricorda che il 20 ci sarà a Milano un’assemblea del PRNTT e che lo stesso giorno è l’anniversario della morte di Piergiorgio Welby: breve discussione su cosa fare per ricordarlo, senza peraltro giungere ad una decisione.

Nel frattempo sono arrivati Adriana Sala, Gabriella Miglior, Franco Levi e Claudio Barazzetta; alle 21,30 la discussione termina ed inizia la serata di approfondimento sui risultati delle elezioni in Venezuela, relatori: Carlo Cargnel in sede e Blanca Briceno in collegamento da Torino.

ARET - Verbale di Segreteria

Data

09 dicembre 2015 (19.30 - 21.00)

Organi statutari presenti

Segretario (Lorenzo Lipparini, LL) – Tesoriere (Barbara Bonvicini, BB)

Giunta di segreteria e tesoreria; presenti:

Cavalli Stefano, Marinoni Claudio, Spadaro Francesco, Abbiati Samantha, Lipparini Lorenzo, Pazzini Fabio, Triola Sabrina, Girombelli Claudia, Bilotti Stefano, Calabro Nicolò aka il michione che redige verbale.

Altri presenti

Maurizio Lipparini, Marco Cappato (online), Fabio Massimo Nicosia (online)

Presiede

LL

Verbalizza

NC

Versione

OK

 

Discussione

1

LL

Introduzione di Lipparini su possibilità Lista Civica in vista dell’incontro del 12 Dicembre.

All’incontro del 12 saranno presenti, oltre gli organizzatori Cappato, Biscardini, Croci e Cortiana numerosi interlocutori politi (Achilli,, Barbarossa, Beltrami, etc). Gran Casino.

2

LL

Da inizio a dibattito generale.

3

FP

LL

Pazzini Interviene chiedendo chi sarà a moderare e indirizzare dibattito.

Lipparini comincia a definire gli schieramenti in gioco. In particolare Possibile vede molto i Radicali come possibili compagni di viaggio nell’ottica di una costruzione di una candidatura alternativa all’attuale coalizione di SX. Lipparini ritiene che unico punto di sintesi fra tutti questi mondi sia un’identità radicale.

Ancora, grande incognita.

 

Personalmente vedo un gran casino (commento del redigente che ha pure sempre più fame e sete col passare del tempo).

 

Considerazioni di LL:

  • scorse elezioni candidato vincente solo perché in coalizione vincente. Sala sicuramente la figura più vincente; incognita Balzani;
  • Risorse diverse rispetto al passato. Sostanzialmente non ce ne sono e ora siamo poveri

4

FS

FP

FS Espone perplessità su Sala e gestione Expo. A lui si accoda Pazzini con valutazioni sulla Borghesia di dx milanese.

 

È bello vedere due delle mie figure di riferimento della Tortora intellettuali unirsi in ragionamenti comuni.

FP continua dicendo che sarebbe totalmente legittimo presentarsi anche “noi” con Sala, e abbiamo La carta Cappato che rimane valida e può essere utilizzata in tal senso. Inutile però, secondo FP, presentarsi da soli come Lista Radicale.

FP esprime valutazioni negative anche su Passera e poi continua a sviscerare il candidato Sala.

Pazzini è critico come una volta <3

 

FP fa rientrare nel discorso in un’ottica più ampia temporalmente (elezioni politiche 2018). Turiamoci il naso e entriamo nella coalizione di csx per poter continuare a rimanere politicamente rilevanti.

 

Ah Pazzini proprio non me lo vedo con Majorino.

Breaking news di Spadaro che parla della rottura della maggioranza su scali ferroviari.

5

SB

FP

Necessario riprendere esperienza della prima Milano si Muove e unire sui temi dei referendum.

Cappato e altri possono unirsi politicamente.

 

FP minaccia di spararsi sulle palle ma mi sono perso il perché. Boh (Tendenze suicide? Speriamo di no)

6

FS

FP

Tocca al mio papà <3 <3 <3

Elezioni opportunità di rilancio radicale a livello nazionale considerando anche elezioni romani.

“Passera mi fa cascare i cojoni” (si riferisce a sfruttamento in termini politici del tema della sicurezza)

 

Grande!!!!! Convergenza anche con Pazzini!

 

FS dice di considerare anche altre elezioni comunale nel territorio della Città Metropolitana.

Necessario sottolineare la nostra identità radicalmente diversa dagli altri.

Scambio di battute con FP su strategia azione politica concreta.

FS pone al centro del processo di creazione di qualsiasi lista il progetto referendario. No a lista con Biscardini se non accetta i nostri quesiti referendari.

FP tira fuori a caso la spesa pubblica elevata. Il solito ultra liberista massone ebreo

7

LL

FS

FP

LL tenta di fare un poco il punto della situazione esponendo pro e contro delle opzioni sinora valutate.

LL cita Strik Lievers parlando del voto utile (Sala) in ottica anti 5S, dati più o meno al 20 %.

FS fra M5S e Sala sceglie i primi.  Tono della voce alzato, si sta incazzando

FP torna su scelta utilitaristica (Sala) nell’ottica di elezione di Cappato.

8

FS

“Nostro obiettivo è eleggere rappresentante o fare lotta politica in un’ottica di lungo termine”. Domanda posta all’associazione in toto.

9

SB

Domanda sbagliata.

 

Si sta formando una coalizione Pazzini Bilotti??

 

SB riformula la domanda di Spadaro. Per fare progetto politico serio è necessario eleggere Cappato o proseguire percorso referendario?

Acceso scambio di battute Pazzini-Spadaro che sempre più sposa la linea contro tutti.

10

MC

Interviene Marco Cappato.

Avremo Forza solo con progetto referendario ed eventualmente con la mia candidatura a Sindaco di Milano.

Mai sentito Cappato così chiaro e deciso. Ottima cosa!!

 

Candidatura non sarà all’ordine del giorno il 12.

Dubbi su referendum: forza militante e tempo.

Obiettivi per sabato 12: parlare di obiettivi referendari e al tempo stesso sottolineare l’importanza dei cittadini nel processo decisionale. La nostra proposta deve essere proposta di metodo.

 

Un bel Cappato, da tempo non si sentiva così.

11

SB

MC

SB pone delle domande a Cappato circa strategia elettorale. MC risponde sottolineando importanza di fare un eletto diverso da lui.

12

FP

Mozione d’ordine di FP su utilizzo della diretta streaming durante questo genere di riunioni. Lui contrario

13

FMN

FS

FMN non capisce posizione di Spadaro su lista Radicale. Spadaro risponde che “radicalità” può essere semplicemente rappresentata da candidatura a sindaco di Cappato.

14

LL

LL chiude riunione ringraziando tutti i presenti.

facebook  twitter

index  Instagram

 Youtube 100radicalmente nuova

  radioradicale-100 copymeetup-dot-com-e1315717415689

Ordina per
Ricerca Avanzata

 

milrad

 milanosimuove header small

 Schermata 2015-07-31 alle 01.35.32

logo testamento biologico lombardia-2 

 

 

Partito Radicale

 

era-logo-120px

200px-Radicali Italiani

 

anticlericale-logo-120px

luca coscioni logo

 

lia-logo-120px

rosa aret

logok

 

ntc-logo-120px

ncpsg-logo-120px

 

liste bonino-pannella